© 2022 SAJ Val Badia
Credits Privacy Cookies
Teater Musical Ujöp da Oies

Il teatro musicale

Di Ujöp Freinademetz abbiamo a disposizione un bel numero di documenti autografi: prediche e lettere. Le oltre 90 prediche - tenute in gran parte a San Martino, dove era cappellano (1876-1878) - ci restituiscono l’immagine di un sacerdote molto preparato, dal punto di vista teologico. E le quasi 70 lettere scritte dalla Cina ci danno modo di ricostruire la storia di una persona umile e straordinariamente capace, ricca di coraggio e di fiducia in Dio. Mantenendo la fedeltà delle fonti e con qualche piccolo artificio teatrale, seguiremo le tracce del missionario di Oies, osservandolo con gli occhi di oggi, per coglierne gli aspetti umani, storici e religiosi che le testimonianze scritte ci hanno trasmesso.

Ujöp, figlio del suo tempo

Ujöp Freinademetz è nato a Oies il 15 aprile 1852, come quarto di 13 figli di Giovanmattia Freinademetz y Annamaria Sottvalgiarei. La famiglia era povera ma profondamente ancorata ai valori religiosi, quali la preghiera quotidiana, l’andare a messa e la solidarietà verso il prossimo.

Ujöp era bravo a scuola, viene così consigliato di continuare gli studi, a Bressanone. In seminario matura la vocazione missionaria, e studia teologia con l’obiettivo di partire per le missioni. Nel marzo del 1879 il suo sogno si realizza: Ujöp parte per la Cina, dove rimarrà per 29 anni.

Le difficoltà non mancano: la missione è enorme, il lavoro non finisce mai, e i cinesi sembrano poco propensi ad abbracciare una nuova religione portata dagli europei imperialisti: la politica gioca un ruolo importante nell’aizzare l’avversione dei cinesi nei confronti degli europei.

Ujöp sa farsi voler bene dalle persone che riesce ad avvicinare, ma deve confrontarsi anche con l’odio e la persecuzione contro i cristiani. Imperterrito, Ujöp continua ad amare e a convertire i cinesi, cercandoli uno ad uno, pregando Dio di proteggere quel popolo che gli è stato affidato.

Cosa ti aspetterà?

Uno spettacolo teatrale-musicale originale, eseguito nella madrelingua ladina, in un ambiente suggestivo e originale che non poteva essere migliore di quello della casa natale di San Ujöp Freinademetz.

Lo spettacolo si basa su un attento studio di documenti storici e biografie che ci avvicinano a questa persona molto coraggiosa, di successo, alla quale non furono risparmiate sconfitte. Malgrado le sconfitte, Ujöp è riuscito a rimanere pieno di umanità e amore. Le scene teatrali e la narrazione, intrecciate con canzoni e intermezzi musicali, ci presentano la storia di Ujöp, da Oies alla Cina, nel suo viaggio che lo ha portato a diventare santo. Il suo testamento spirituale, l'idea centrale dell'opera, sopravvive al tempo ed è più attuale che mai.

Il coraggio di aprirsi allo sconosciuto

Ujöp da Oies ha molto da insegnarci. Nato in un piccolo borgo sparso tra le montagne, fin da piccolo ha avuto il desiderio di aprirsi al mondo e conoscere persone, culture e nuovi territori. Lascia la sua casa, la sua gente e il suo paese per andare nella grande e misteriosa Cina. Senza paura! Si libera dei suoi pregiudizi e lascia presto da parte il suo senso di superiorità.

Sebbene sia un figlio del suo tempo, caratterizzato da una religiosità rigida e severa, Ujöp è in grado di mettere in discussione le proprie opinioni religiose e le sue convinzioni personali. Arriva in Cina per portare e far conoscere la religione cristiana. Ujöp capisce subito che può trasmettere la verità del Vangelo solo se diventa anche lui un cinese tra i cinesi. E solo se fa sentire a quelle persone che le ama!

Ascolta estratto
Come è iniziato il progetto?
Collaborazione con il Sorvisc ai jogn

Serie di trasmissione di Carlo Suani su Radio Rai Ladina

Copa dal cafè 29.01.2022 Copa dal cafè 12.02.2022 Copa dal cafè 26.02.2022 Copa dal cafè 13.03.2022 Copa dal cafè 26.03.2022 Copa dal cafè 09.04.2022 Copa dal cafè 23.04.2022 Copa dal cafè 07.05.2022 Copa dal cafè 21.05.2022 Copa dal cafè 04.06.2022 Copa dal cafè 18.06.2022
Sul palcoscenico

Sul palcoscenico

Ujöp da giovane Matthias Thaler
Ujöp da giovane Roman Pescollderung
Ujöp in Cina Simon Kostner
Musiga di Badia Accompagnamento musicale
Ujöp in Cina Gottlieb Moling
Mattia Lezuo
Ujöp da giovane Mattia Lezuo
Banda e attori durante una prova
David Granruaz
Ujöp da ragazzo David Granruaz
Ujöp da ragazzo Samuel Miribung
Attori durante una prova
Gruppo di lavoro

Gruppo di lavoro

Stefanie Burchia
Organizzazione Müjiga Badia Stefanie Burchia
Philipp Lerchegger
Organizzazione Müjiga Badia Philipp Lerchegger
Organizzazione Sorvisc ai Jogn Val Badia Valentin Erlacher
Carlo Suani
Testo Carlo Suani
Antonio Rossi
Musica Antonio Rossi
Valentina Kastlunger
Regia Valentina Kastlunger
Bernardetta Nagler
Regia Bernardetta Nagler
Fridl Pescoller
Direzione musicale Fridl Pescoller
Rives Bruno
Direzione musicale Bruno Rives
Anastasia Kostner
Coreografia Anastasia Kostner
Ursula Tavella
Scenografia e costumi Ursula Tavella
Un progetto di
Logo Müjiga Badia Logo Sorvisc ai Jogn Val Badia
Con il supporto di
Logo Regione Trentino Alto Adige Logo Provincia Bolzano Logo Alta Badia Badia
Logo Unité Pastorala Logo Comune Badia Logo Comune Corvara Logo Comune La Val Logo Comune San Martino in Badia Logo Comune di Marebbe
Main sponsor
Logo Leitner Logo Impianti Colfosco Logo Boandes Graus Logo Movimënt Logo Pohl Immobilien
Gold sponsor
Logo Clara Costruziuns Logo Residence Rosarela Logo Kanzlerei Rofner Logo Cavallino Logo Irsara Goffredo Logo Nagler Holzbau Logo Funivie Arabba Logo Miribung Fenster Logo Skitop Logo Seve Logo Comeda Logo Bioc Bau Logo Raiffeisen Logo Plana Ladina Logo Piz Boè Logo Moritzino
Silver sponsor
Logo Bauexpert Logo Decor Logo San Leonardo Logo Innerhofer Logo Miribung Sas Logo Studio Kostner Logo Technoalpin Logo Hotel Ciasa Soleil Logo Hotel La Majun Logo Studio Sorà Logo Termo Dapoz Logo La Perla Logo Pralongià Logo Erlacher Logo Auto Alta Badia Logo Hotel Col Alto Logo Impianti Gardenaccia Logo Ls Consulting Logo Jimmy Hütte Logo Optik Willy